Bambini, imparare a sopravvivere tra boschi e vallate

L’estate nei Familienhotels Südtirol è sinonimo di “Camp Detective Natura”. L’iniziativa, al quale aderiscono parte delle strutture del gruppo, torna con un nuovo programma di attività, finalizzato a trasformare la natura in un divertentecamp di sopravvivenza per i bambini dai 7 ai 12 anni. Quale occasione migliore per la famiglia in vacanza in Alto Adige di regalare ai più piccoli del tempo per liberare la creatività e la fantasia e per apprendere al contempo tante cose nuove?
Continue reading “Bambini, imparare a sopravvivere tra boschi e vallate”
Advertisements

Nel mondo 1 bambino su 6 vive in zone colpite dai conflitti

Più di 357 milioni di bambini – 1 su 6 al mondo – vivono attualmente in zone colpite dai conflitti, un numero cresciuto di oltre il 75% rispetto all’inizio degli anni ’90, quando i minori in tali contesti erano 200 milioni[1]. Circa 165 milioni– quasi la metà del totale – si trovano in aree caratterizzate da guerre ad alta intensità, costretti a fare i conti con sofferenze inimmaginabili.

Continue reading “Nel mondo 1 bambino su 6 vive in zone colpite dai conflitti”

L’inquinamento abbassa il Quoziente Intellettivo dei bambini

bambino

I bambini che vivono nelle città e negli ambienti inquinati mettono a rischio il loro cervello, secondo un nuovo studio, il quale ha trovato che l’inquinamento dell’aria può causare perdita della memoria a breve termine e può abbassare il Quoziente Intellettivo.

I cambiamenti metabolici cerebrali indotti dallo smog, secondo questa ricerca, possono portare a un’accelerazione dei cambiamenti neurodegenerativi.

Continue reading “L’inquinamento abbassa il Quoziente Intellettivo dei bambini”

Al cervello dei bambini fa bene l’attività fisica

L’attività fisica non fa bene solo al fisico, ma anche al cervello, soprattutto in caso di bambini che hanno dai 7 ai 9 anni.
Sulla rivista ‘Pediatrics’, un gruppo di ricercatori ha scritto che, nei bambini, l’attività fisica permette di sviluppare meglio le capacità cognitive.
.
Per arrivare a queste conclusioni, i ricercatori hanno assegnato 221 bambini di 7-9 anni a  due gruppi. Uno dei due gruppi per oltre nove mesi ha fatto due ore di attività fisica dopo la scuola. La performance cognitiva è stata valutata tramite dei test e delle scansioni cerebrali, prima e dopo il programma.

Continue reading “Al cervello dei bambini fa bene l’attività fisica”

Il virus delle zanzare che danneggia il cervello dei bambini

zikaLe autorità sanitarie brasiliane hanno lanciato l’allarme su un virus delle zanzare che ha provocato la nascita di migliaia di bambini con il cervello danneggiato.
L’agente patogeno, noto come Zika, prima scoperto nelle scimmie forestali in Africa più di 70 anni fa, è un virus che provoca sintomi lievi nella maggior parte dei casi, ma può avere a gravi complicazioni neurologiche o addirittura provocare la morte.
Il Ministero della salute del Brasile ha detto recentemente di aver trovato il virus Zika in un bambino con microcefalia, ossia nato con un teschio rimpicciolito, e di aver trovato il virus anche nel liquido amniotico di due madri i cui bambini erano nati con questa patologia.
In Brasile, ci sarebbero più di più di 2.400 casi sospetti di microcefalia e ci sarebbero stati 29 decessi di bambini quest’anno. L’anno scorso nel paese c’erano stati solo 147 casi di microcefalia.
Fino a pochi anni fa, le infezioni umane con dovute a questo virus erano quasi sconosciute. Poi, per ragioni che gli scienziati non riescono a spiegare, a meno che non si tratti degli effetti complicati del cambiamento climatico, sono cominciate le infezioni nell’isola Yap, a Tahiti e in altre parti della Polinesia francese. Il virus è arrivato in Brasile a maggio.