Da Ipazia fino ad Aspasia: a Siena le donne sapienti svelano il “volto delle arti”

Da Ipazia d’Alessandria fino ad Aspasia sono le donne sapienti, protagoniste del mini calendario di appuntamenti che prende il via il prossimo 7 giugno a Siena.
Occasione la offre la mostra di pittura di Silvia Gasparrini “Il volto delle arti” attualmente in corso, che fino al prossimo 20 giugno, prosegue nello spazio espositivo di via Cecco Angiolieri, 13.
Continue reading “Da Ipazia fino ad Aspasia: a Siena le donne sapienti svelano il “volto delle arti””

Advertisements

Nei vecchi magazzini del cotonificio si progetta l’hi-tech

Per il nuovo quartier generale Claudio Borrello ha recuperato a Gorizia un’area storica sotto il profilo industriale. «Manteniamo le nostre radici per proiettarci sui mercati internazionali»
Continue reading “Nei vecchi magazzini del cotonificio si progetta l’hi-tech”

Alluvioni in Kenya: distruzioni e decine di migliaia di rifugiati a rischio

Piogge battenti e improvvise inondazioni nel nord del Kenya hanno distrutto le abitazioni e costretto migliaia di persone a sfollare, mentre decine di migliaia sono esposte al rischio di contagio delle infezioni trasmesse dall’acqua, come il colera, in un’area che comprende anche Dadaab, uno dei campi profughi più grandi al mondo.

Continue reading “Alluvioni in Kenya: distruzioni e decine di migliaia di rifugiati a rischio”

Salone del Mobile.Milano 2018: i numeri finali

Il risultato molto positivo, sia in termini di affluenza sia di qualità delle relazioni commerciali, della 57a edizione del Salone del Mobile.Milano, conferma la forza attrattiva e la capacità di coinvolgimento e di emozione percepite fin dal primo giorno nei padiglioni della fiera.

434.509 presenze, in 6 giorni, provenienti da 188 paesi, con un incremento del 17% rispetto all’edizione 2016, che proponeva le medesime biennali dedicate alla cucina e al bagno, e del 26% rispetto a quella 2017.
Continue reading “Salone del Mobile.Milano 2018: i numeri finali”

Nel mondo 1 bambino su 6 vive in zone colpite dai conflitti

Più di 357 milioni di bambini – 1 su 6 al mondo – vivono attualmente in zone colpite dai conflitti, un numero cresciuto di oltre il 75% rispetto all’inizio degli anni ’90, quando i minori in tali contesti erano 200 milioni[1]. Circa 165 milioni– quasi la metà del totale – si trovano in aree caratterizzate da guerre ad alta intensità, costretti a fare i conti con sofferenze inimmaginabili.

Continue reading “Nel mondo 1 bambino su 6 vive in zone colpite dai conflitti”

Contrasto al bullismo e cyberbullismo nelle scuole

“Il bullismo è un fenomeno, purtroppo, diffuso e radicato: prepotenze, offese, derisioni, minacce e aggressioni, quasi un ragazzo su 3 dichiara di aver subito questo tipo di comportamenti [1] da parte di coetanei qualche volta all’anno ed è percepito da quasi il 70% dei ragazzi come uno dei principali pericoli a cui sono esposti [2]. Il fenomeno del bullismo si manifesta ovunque, ma trova nel contesto scolastico, anche in ragione dell’età dei ragazzi, il luogo in cui viene frequentemente perpetrato e dove i docenti e il personale scolastico sono gli unici adulti che possono svolgere il delicato compito di intercettare gli abusi. Per contrastarlo è dunque essenziale intervenire partendo dalle scuole, con l’obiettivo di arginare la violenza e rafforzare la resilienza di giovani studenti costretti a subire regolarmente angherie” commenta Raffaela Milano, Direttrice dei programmi Italia Europa di Save the Children, l’Organizzazione internazionale che dal 1919 lotta per salvare la vita dei bambini e garantire loro un futuro, in relazione a quanto, secondo quanto riferiscono i media, è accaduto ieri in un istituto comprensivo di Cefalù, dove un alunno di 12 anni si sarebbe gettato del liquido infiammabile addosso minacciando, con un accendino in mano, di darsi fuoco poiché vittima di atti di bullismo da parte di altri studenti.

Continue reading “Contrasto al bullismo e cyberbullismo nelle scuole”