Struffoli, Pastiera e Zeppole: la rivincita dei dolci della tradizione regionale

Artigianali oppure no, sono i classici panettone e pandoro a scalare tutte le classifiche guadagnandosi un totale di oltre 76mila mention sui principali social network dal 15 novembre a oggi, ma il re indiscusso dei dolci natalizi è il panettone. La specialità gastronomica di origine milanese raccoglie due terzi delle citazioni (oltre 47mila) rispetto a quelle del pandoro (29mila). Solo nella giornata del 10 dicembre, il boom degli ordini “social” di pandoro in supporto ai dipendenti di San Giovanni Lupatoto ha generato oltre 2,2 mila mention superando di poco il panettone (a quota 2,1mila)

Fuori dalla indiscussa popolarità dei due dolci, però, esiste un numero quasi illimitato di specialità tipiche natalizie che esce dai confini regionali per approdare sulle tavole social, e non, degli italiani. L’analisi di Talkwalker ha registrato dall’8 dicembre una curva in continua crescita dell’orgoglio “made in Italy” in ambito gastronomico per i dolci delle tradizioni locali, con al vertice ben due specialità originarie della Campania. Ecco la top 10 dei dolci natalizi più chiacchierati sui social:

  1. Gli struffoli sono i primi classificati con il 19,4% sul totale delle mention dedicate ai numerosi dolci natalizi: tra i post più condivisi, quello che raffigura un invitante mucchio di struffoli citando una delle frasi più celebri delle ultime settimane tratte dalla serie tv Gomorra, “stamm turnann’”
  2. La pastiera, con il 12,2% di mention,si aggiudica il secondo posto quasi a parimerito con le zeppole, a dimostrazione di come la preparazione del tipico dolce tradizionale di Pasqua sia stata ormai sdoganata anche a Dicembre
  3. Le zeppole, che assumono diversi nomi e varianti tipiche lungoPuglia, Calabria, Campania e Basilicata, completano il podio del Sud, con il 12% delle mention
  4. Il buccellato siciliano si gioca il quarto posto con i ricciarelli toscani, raggiungendo entrambi l’11,7% delle mention, complice il post del noto cuoco Filippo La Mantia che attraverso il dolce tipico rilegge le tradizioni della Trinacria
  5. I ricciarelli si posizionano al quinto posto con quasi l’11,7% delle mention, inserendo così nella top 10 un dolce originario di una regione dell’Italia Centrale, la Toscana
  6. Le cartellate pugliesi, con l’8% delle mention, confermano ancora una volta il primato assoluto del Sud Italia in materia di tradizioni culinarie locali
  7. Il pandolce genovese, con il 6,7% delle mention, inserisce finalmente in classifica un dolce originario di una regione del Nord Italia
  8. Il roccocò, con il 6,3% delle mention fa registrare un record per la Campania che occupa ben 3 posizioni su 10 nella classifica
  9. I cavallucci toscani occupano la nona posizione con il 6,3% delle mention
  10. Il panforte, con il 5,7% delle mention, fa sì che i dolci toscani, così come quelli campani, occupino 3 posizioni su 10

Ma chi sono gli italiani più golosi sui social? La piattaforma di Talkwalker ha analizzato anche alcune variabili demografiche legate a post e condivisioni dei dolci tipici della tradizione: i ricciarelli si rivelano i più “politically correct”: nessuna distinzione di genere, ne parlano uomini e donne al 50%; il 65% delle mention riferite ai buccellati provengono dal genere femminile, mentre le quote rosa soccombono alla pastiera napoletana, tema prediletto dagli uomini (52%) che sembrano apprezzarla a prescindere dalla stagionalità. Schiacciante anche la superiorità anagrafica della fascia 25-34 anni sull’argomento: i Millennials saranno anche la generazione più social e connessa, ma a quanto pare la passione per la cucina arriva generalmente con qualche anno in più.

Insomma, che siano campani, toscani, genovesi o siciliani una cosa è certa: dal Nord al Sud, sulle tavole degli italiani il dolce tipico della tradizione non può mancare, e neanche nei loro post social. 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.